Un aggiornamento delle nostre norme sulla privacy e dei termini di servizio

25 gennaio 2012 - ore 17:44

Traduzione dal post di Alma Whitten, Director of Privacy, Product and Engineering

Tra poco più di un mese apporteremo una serie di cambiamenti alle nostre Norme sulla privacy e ai Termini di servizio. Sono cose importanti, per questo vogliamo spiegarvi che cosa cambia, perché abbiamo introdotto questi cambiamenti e che cosa significano per gli utenti.

Cominciamo dalle norme sulla privacy. Benché le abbiamo un po’ accorciate nel 2010, abbiamo ancora più di 70 (sì, avete letto bene... settanta) documenti di privacy specifici per tutti i nostri prodotti. Questo approccio è senz’altro un po’ complicato. Stride anche con il nostro sforzo di integrare più strettamente i diversi prodotti per offrire un’esperienza d’uso agli utenti che sia meravigliosamente semplice e intuitiva.

Ecco perché stiamo per introdurre una nuova normativa sulla privacy che riguarda la maggior parte dei nostri prodotti e spiega, in modo decisamente più leggibile, quali informazioni raccogliamo e quale uso ne facciamo. Sebbene abbiamo dovuto mantenere distinte alcune norme, per ragioni legali o per altri motivi, stiamo consolidando più di 60 norme nella nuova normativa sulla privacy.

Gli organismi di regolamentazione di tutto il mondo hanno chiesto norme di tutela della privacy più brevi e più semplici; tra l’altro avere una sola normativa che copra diversi prodotti è una prassi piuttosto diffusa sul Web.

Questi cambiamenti saranno effettivi a partire dal 1° Marzo. A partire da oggi cominceremo a informare gli utenti attraverso notifiche email e con un avviso sulla nostra home page.

Ma cosa significa in concreto? Il cambiamento principale riguarda gli utenti che hanno un account Google. La nostra nuova normativa rende chiaro che, se avete eseguito l’accesso al vostro account, potremmo combinare informazioni che avete fornito per un servizio con informazioni di un altro servizio. In breve, saremo in grado di riconoscervi come singolo utente su tutti i nostri prodotti, il che si traduce in un’esperienza d’uso più semplice e più intuitiva.

La nuova funzionalità di ricerca personalizzata che abbiamo lanciato di recente è un buon esempio delle innovazioni che si possono ottenere combinando informazioni tra i diversi prodotti. Oggi, dunque, la stessa casella di ricerca è in grado di recuperare le risposte di cui avete bisogno non solo dal Web, ma anche dalle vostre informazioni personali. Cercando un ristorante a Monaco, potrei vedere anche foto o post di Google+ che sono stati condivisi con me, o che io stessa ho archiviato nei miei album. Possiamo fare anche cose come rendere più semplice leggere un Documento Google direttamente da Gmail o aggiungere direttamente una persona presente nei vostri contatti Gmail a una riunione su Google Calendar.

Tuttavia, ci sono molte altre cose che Google è in grado di fare grazie alla condivisione delle vostre informazioni con... voi stessi. Possiamo perfezionare la ricerca, capendo cosa intendete veramente quando digitate Apple, pesca o golf. Possiamo anche presentarvi pubblicità più pertinente: ad esempio, evitando di mostrare pubblicità di fitness a gennaio a persone che non sono esattamente degli sportivi. Oppure potremmo farvi notare che arriverete in ritardo a un appuntamento in base alla vostra posizione geografica, alla vostra agenda e alle informazioni sul traffico. O ancora, assicurarci che il correttore ortografico vi dia suggerimenti accurati anche per i nomi dei vostri amici, visto che li avrete digitati già varie volte. Gli utenti hanno già troppe cose a cui pensare e il nostro desiderio è facilitargli la vita. 

Passiamo ai Termini di servizio: le condizioni che accettate di rispettare quando utilizzate i nostri prodotti. Come per le norme sulla privacy, li abbiamo riscritti per renderli più semplici da leggere. Ne abbiamo anche ridotto il numero, così ora molti dei nostri prodotti sono regolati dai Termini di servizio principali. Nella pagina dei Termini di servizio troverete il testo rivisto.

Infine, quello che non cambia. Manteniamo il nostro impegno per consentirvi di esportare i vostri dati dai nostri prodotti e portarli ovunque lo desideriate. Non vendiamo le vostre informazioni personali né le condividiamo con terzi senza il vostro permesso, con alcune eccezioni molto limitate quali una valida richiesta di un giudice. Facciamo del nostro meglio per essere trasparenti riguardo alle informazioni che raccogliamo e per offrirvi scelte sensate su come vengono usate; per esempio, lo strumento di Gestione preferenze annunci vi permette di modificare le categorie di interesse sulla base delle quali vi proponiamo pubblicità o di escludere del tutto alcune tipologie di pubblicità. Inoltre, progettiamo sistemi di controllo della privacy integrandoli direttamente nei nostri prodotti fin dal principio, come ad esempio le cerchie di Google+.

Siamo convinti che queste nuove norme più semplici renderanno più facile per la gente capire come ci compotiamo in materia di tutela della privacy e allo stesso tempo ci permetteranno di migliorare i servizi che offriamo. Che siate nuovi utenti di Google o esperti di lunga data, vi invitiamo a dedicare qualche minuto alla lettura delle nuove Norme sulla privacy e dei nuovi Termini del servizio, per comprendere i cambiamenti che stiamo apportando e familiarizzare con i controlli che vi offriamo.

Posta un commento